Il progetto SmartCal per una Calabria più “Smart”

presentazione-smartcal4
Presentazione SmartCal, i nostri ringraziamenti
marzo 7, 2018

Il progetto SmartCal per una Calabria più “Smart”

smartcal-locandina2
Dopo quasi un anno dall’inizio dei lavori, giunge al suo punto di svolta il progetto SmartCal.

Le attività, formalmente iniziate il 6 marzo 2017, vedono impegnate:

  • la spin-off dell’Università della Calabria e dell’Università del Salento, Itaca s.r.l., quale capofila;
  • la spin-off dell’Università della Calabria 3D Research s.r.l.;
  • il Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

L’intento era la progettazione di un sistema informatico capace di fornire un supporto sia ai turisti sia agli operatori del settore.

Che cos’è il progetto SmartCal

Il progetto SmartCal ha un obiettivo ambizioso.

Mira a realizzare un ecosistema software in grado di migliorare l’esperienza turistica dei visitatori e di arricchire il grado di conoscenza e controllo dal punto di vista del decisore.

SmartCal rientra tra i progetti finanziati dal Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e Competitività 2014-2020 che ha l’intento di promuovere l’innovazione e accrescere la competitività delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno, in un’ottica di riequilibrio territoriale e di convergenza Mezzogiorno-Centro-Nord.

Il risultato che il progetto SmartCal vuole raggiungere è il potenziamento dell’offerta turistica italiana sulla base dell’integrazione delle nuove tecnologie e dei principi del turismo “Smart”.

il-progetto-smartcal_calabria
E la Calabria sarà la sede di sperimentazione durante le primissime fasi di piloting.

Con il suo territorio ricco di attrattori naturali, storici e culturali, è una Regione in grado di offrire un’esperienza turistica a 360°. Due bellissime coste, la tirrenica e la ionica, ma anche le montagne, la natura selvaggia, e poi i villaggi rurali, i piccoli e caratteristici borghi e le città.

Dappertutto si può trovare buon cibo e buon vino, con un forte ed accentuato senso di ospitalità.

Il patrimonio culturale calabrese è un mosaico variegato di espressioni culturali e creative e di tradizioni, eredità delle generazioni che ci hanno preceduto. Basti pensare ai famosi Bronzi di Riace e ai tesori della Magna Graecia che si possono ammirare presso il Museo Nazionale di Reggio Calabria.

Date queste premesse, la Calabria è stata scelta come banco di prova per il progetto.

Grazie a sofisticati algoritmi di ricerca operativa, il turista potrà pianificare, attraverso il proprio smartphone, i propri itinerari di visita sulla base delle effettive preferenze.

Il sistema, grazie alle azioni esplicite ed implicite dell’utente, sarà sempre più in grado di offrire suggerimenti su misura. E sarà, inoltre, integrato con il trasporto pubblico, per un accesso trasparente ai servizi sul territorio.

Dal punto di vista del decisore, sarà invece possibile analizzare approfonditamente i flussi di turisti che utilizzano il sistema e pianificare di conseguenza le proprie strategie.

Il progetto SmartCal sarà di certo un incentivo per far arrivare più turisti in Calabria, alla scoperta di un territorio che merita di essere conosciuto.

I Partner

Come accennato, tre sono i partner che hanno partecipato all’elaborazione e alla realizzazione del progetto SmartCal.

  • Itaca s.r.l.

    il-progetto-smartcal_logo-itaca
    Itaca s.r.l. è una spin-off dell’Università della Calabria e dell’Università del Salento.

    Fondata nel 2006 da professionisti IT e docenti universitari, offre soluzioni IT integrate e personalizzate per le aziende e applicazioni di business e di logistica.

    Come riporta il sito ufficiale, la sua mission è “dare impulso allo sviluppo territoriale in Puglia e Calabria introducendo competitività e innovazione”.

    È la capofila per il progetto SmartCal che la vede direttamente coinvolta grazie al suo know-how sulla gestione e l’ottimizzazione delle flotte.

  • 3D Research s.r.l.

    il-progetto-smartcal_logo-3d-research
    3D Research s.r.l. è un’altra azienda spin-off dell’Università della Calabria.

    Creata nel 2008 da un gruppo di giovani ricercatori del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, rappresenta un ponte tra la realtà accademica e il settore ad altissimo potenziale dei Beni Culturali.

    Con un approccio multidisciplinare, opera nel settore delle nuove tecnologie del Reverse Engineering, della Computer Grafica e della Realtà Virtuale e Aumentata, offrendo strumenti hardware e software innovativi.

    Il suo obiettivo è utilizzare i risultati della ricerca tecnologica e ingegneristica negli ambiti della progettazione industriale e della valorizzazione dei Beni Culturali.

    Il progetto SmartCal ha visto l’azienda impegnata nell’applicazione delle cosiddette “tecnologie vive”, cioè quelle che rendono più agevole, intuitivo ed efficace il modo di esplorare ciò che visitiamo, vediamo e ammiriamo. Monumenti, reperti archeologici, e perfino tesori sommersi potranno essere così osservati da più vicino, in un’esperienza indimenticabile.

  • Università degli Studi di Milano-Bicocca

    il-progetto-smartcal_logo-mibicocca
    L’Università degli Studi di Milano-Bicocca (UNIMIB) non ha di certo bisogno di presentazioni.

    Nata nel 1998, si articola in 14 Dipartimenti, 3 Centri di Eccellenza e 44 Centri di Ricerca universitari e inter-universitari. L’offerta didattica è articolata in 7 aree disciplinari: economico statistica, giuridica, scientifica, medica, sociologica, psicologica e pedagogica.

    Recentissima è la pubblicazione dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) della graduatoria dei 180 dipartimenti universitari eccellenti selezionati per il finanziamento previsto dalla legge di Bilancio 2017: per l’Università di Milano-Bicocca otto riconoscimenti su 11 candidati e 14 ammessi alla procedura di selezione.
    Questo importante risultato conferma ancora una volta la qualità della ricerca universitaria inquadrando l’ateneo come partner affidabile e strategico.

    UNIMIB partecipa al progetto SmartCal tramite il Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione ed in particolare del laboratorio MIND, acronimo di Models IN Decision making and data analysis.

La presentazione

Sabato 3 Marzo 2018, alle ore 9.30, nella Sala dei Lampadari di Palazzo S. Giorgio, a Reggio Calabria, sarà ufficialmente presentato il progetto SmartCal.

La valenza del progetto e il suo ruolo nel processo di rivalutazione turistica della Regione è confermata dal patrocinio morale che l’Amministrazione Comunale di Reggio Calabria ha voluto concedere, esprimendo così la sua simbolica adesione e ritenendo SmartCal meritevole di apprezzamento per le sue finalità.

L’evento, aperto a tutta la cittadinanza, si svolgerà alla presenza dei rappresentanti istituzionali del Comune di Reggio Calabria, della Regione Calabria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, e sarà l’occasione per conoscere da vicino i soggetti impegnati nelle attività progettuali, analizzare gli obiettivi prefissati e i risultati raggiunti e approfondire le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

Inoltre, nel corso dell’evento saranno presentati i risultati di un’analisi empirica per la costruzione di un modello di DMO (Destination Management Organization) in Calabria.

Appuntamento, dunque, al 3 Marzo!

locandina